Home Surf How to Yoga per migliorare il take-off

Yoga per migliorare il take-off

0

“Yeah! Fammi d’are un’occhiata alle previsioni…Noooo niente onda neanche questo fine settimana. Forse per mercoledì entra uno swell buono, ma lavoro… che pacco! Chissà quando le rivedrò le onde adesso…”

Storia già vista eh? Purtroppo – o per fortuna – questo è uno degli aspetti che rendono così affascinante il surf: si fa desiderare.  Con il rischio che, se non ti preoccupi di mantenerti in forma, ogni volta sarà come ripartire da zero, o quasi.
In realtà esistono molti esercizi che si possono fare per mantenere stabile il livello del proprio surf, anche rimanendo a casa. Ovviamente, io vi parlerò di una sequenza specifica che ha a che fare con lo yoga.

Yoga-per-migliorare-il-take-off

Questa serie di esercizi servono per migliorare la flessibilità delle gambe, della schiena e delle spalle, utilizzando asana e movimenti simili a quelli che effettuiamo durante il  take-off.
Grazie a questa sequenza andremo a rinforzare i muscoli utilizzati in questa critica fase del surf, aiutando la mente ad abituarsi ad eseguire il movimento.
La mini-pratica nel complesso dura 5-8 minuti (tempo calcolato eseguendo 6 ripetizioni per ogni posizione dinamica e mantenendo per 6 respiri le posizioni statiche). E’ chiaro che più ripetizioni esegui e più mantieni a lungo le posizioni, più benefici otterrai (Sempre rispettando i limiti del proprio corpo, che è il principio base dello yoga).

minipratica-yoga-per-il-take-off

Per regolare il tempo della pratica, ti suggerisco di decidere prima di iniziare per quanti respiri vuoi mantenere le posizioni statiche, e quante ripetizioni vuoi fare per gli esercizi dinamici. In questo modo riuscirai a regolare il tempo della durata del tuo allenamento.

Prima di iniziare a praticare, l’ideale sarebbe prendersi qualche istante di rilassamento seduti a gambe incrociate e di fare qualche respirazione yogica completa.
La minipratica inizia con la posizione dell’affondo e dell’allungamento intenso, che sono molto importanti in quanto allungano i muscoli delle gambe che utilizziamo durante il take-off.

Quando dalla tavola spingiamo per alzarci in piedi, i muscoli dell’interno gamba si allungano. Se non abbiamo una buona flessibilità, il rischio è di subire dei fastidiosi stiramenti.
Questa posizione lavora per allungare gradualmente la muscolatura dell’interno della gamba e quindi prepararla allo sforzo esplosivo.

La terza posizione è invece il cobra, che scometto ti sembrerà piuttosto familiare in quanto è molto simile a quella che ci insegnano ad assumere per fare il take-off, non trovi?
Per questo motivo la trovo eccezionale! Abitua la mente al movimento e prepara la muscolatura della schiena e delle spalle. Nell’esercizio che ti propongo, l’asana va eseguito in modo dinamico, lentamente, in modo che poco alla volta il tuo corpo sviluppi flessibilità, specie nella colonna, e diventi sempre più semplice alzarti in piedi sulla tavola, e anche tenere la schiena inarcata nel movimento della remata.

La minipratica continua con l’allungamento intenso delle spalle; questa posizione è molto importante in quanto rilassa i muscoli delle braccia e aumenta la flessibilità delle spalle, con il risultato che i muscoli si sciolgono e questo aiuta a prevenire ed eliminare quel fastidioso dolore al collo che la maggior parte di noi sente dopo il surf. Questo esercizio, inoltre, favorisce l’apertura del torace e una respirazione più profonda ed efficace.

La sequenza si conclude con un “must” delle posizioni: Pashimottanasana, cioè la pinza. E’ molto importante terminare la sequenza con questo asana, perché compensa il movimento di estensione all’indietro della colonna vertebrale degli esercizi precedenti.
E’ un toccasana per tutta la colonna vertebrale e ti verrà piuttosto naturale aver voglia di mantenerla anche a lungo.

Nello scorso articolo ti ho parlato della minipratica di yoga prima del surf … a grande richiesta, è finalmente pronta la video-sequenza, che puoi scaricare a questo link.

 

Beh, per ora è tutto, spero che ti sia stato utile. Alla prossima!

Laura Visinoni
www.yoganride.com