Bontrager Velocis Mips, il casco che ha tutto

È il top di gamma di Bontrager, un accessorio fondamentale a cui non manca nulla. Design, innovazione grazie ad un blend di tecnologie, peso contenuto, oltre ad un sistema di chiusura modulabile.

31/10/2018
scritto da Alberto Fossati

Bontrager Velocis Mips è il casco che abbina aerodinamica, comfort e una costante ventilazione della testa. Il casco del marchio americano è uno dei pochi prodotti di questa categoria, top level, capace di far collimare tutte le soluzioni in termini di protezione e comodità, uno dei pochi caschi che utilizza Mips e Boa.

Bontrager Velocis Mips 4actionsport

Bontrager Velocis Mips 4actionsport

È sempre difficile mettere in luce le caratteristiche principali di un casco, un equipaggiamento fondamentale per il ciclista, per la sicurezza, che spesso viene scelto per le sue forme e il design. In realtà, dietro un “semplice” casco si nasconde molto di più. Velocis Mips ne è un esempio, un prodotto con una dotezione completa. Questo di Bontrager è dotato della soluzione Mips (multi impact protection system) per la dissipazione delle forze negative in caso d’impatto, del sistema di ritenzione controllato dal rotore Boa e dai nuovi pad interni con tecnologia 37,5, che hanno proprietà di termoregolazione.

Bontrager Velocis Mips 4actionsport

Bontrager Velocis Mips 4actionsport

Andiamo per ordine: il casco del brand americano è costruito con soluzione In-Mold nella porzione interna, con una calotta esterna applicata. Questa ha l’obiettivo di rendere gradevole l’impatto estetico e di compattare l’intera struttura. Bontrager Velocis Mips ha dimensioni compatte, in particolare ai lati (sopra le orecchie) e nella sezione posteriore, più abbondante nella porzione anteriore e vicino alle tempie. Perché questo? Qui è presente una maggiore quantità di materiale per proteggere alcune delle zone più delicate della testa. La sua forma tondeggiante (quasi tronca nel posteriore), dove non spuntano nervature e spigoli, permette di attutire, far scivolare e dissipare la forza negativa in caso d’incidente. Eventuali colpi vengono assecondati dalla membrana Mips, ancorata internamente, amovibile, che prevede inoltre l’utilizzo ridotto d’imbottiture: queste ultime sono il numero necessario per rendere il casco confortevole, con un buon fitting. Queste sono sviluppate grazie alla soluzione 37,5°, un filato che non si impregna di sudore, non trattiene il calore, antibatterico e molto longevo.

Bontrager Velocis Mips 4actionsport

Una delle parti più interessanti è il pacchetto dedicato alla ritenzione, con le classiche fibbie munite di buckle, supporto posteriore regolabile in altezza che include un rotore Boa. La rotella, con funzionamento micrometrico agisce sui cavi (2 per lato), a loro volta accoppiati ad un supporto in materiale plastico ancorato al Velocis. La confezione di Velocis Mips prevede anche una simpatica visiera che può essere applicata frontalmente. Quattro le taglie disponibili. S, M, L, XL, non male se si considera che molti brand ne offrono tre, in questa categoria. Il prezzo di listino è di 199,99 euro.

trekbikes.com

Le nostre impressioni

Come scritto in precedenza, non è facile provare un casco e trasmettere un messaggio, un concetto, le peculiarità di un prodotto, in particolare quando il casco è ricco di dettagli e soluzioni che devono lavorare in combinazione tra loro, come nel caso di Bontrager Velocis Mips. Basta indossare il casco? A nostro parere no; oppure si ma non meravigliamoci se il casco ha calzata non ottimale e si muove una volta in testa. Il casco per funzionare al pieno delle sue potenzialità deve essere regolato in tutte le sue parti, si deve adattare alla testa, non viceversa. La lunghezza delle fibbie deve essere adatta e personalizzata sulle forme del viso: una fibbia troppo molle non va bene, una troppo tesa può risultare scomodo sul lungo termine. Il supporto posteriore deve seguire le forme della testa e del collo, non deve dare fastidio e non deve comprimere la cervicale: a volte, come nel nostro caso, sono necessarie più uscite per trovare il setting ottimale.

Bontrager Velocis Mips, occhiali Bollé Shifter

Il rotore Boa è “tanta roba” (come ci piace affermare), offre regolazioni infinite, aiuta a distribuire al meglio le pressioni e non si smolla quando si è in attività, anche dopo parecchie ore: è facile da azionare quando si pedala. Le poche imbottiture presenti all’interno sono un vantaggio quando fa molto caldo e quando nelle salite lunghe e ripide la velocità è molto bassa: i pads non si comprimono sulla testa e non scaldano troppo. La nuova membrana Mips rimane staccata dalla testa. Ci piace definire questo di Bontrager, un casco essenziale ma decisamente efficace, che diventa quasi impercettibile una volta indossato. Velocis Mips ha un design attuale, non troppo complicato, che mette in mostra una versatilità ottimale. Non è eccessivo e invadente per chi ha il viso piccolo, veste bene chi ha forme più decise e una regione temporale più ampia. È ben ventilato e tutta la parte centrale, quella chiusa, è totalmente staccata dalla testa. Velocis Mips, a nostro parere, non è un casco marcatamente aerodinamico, impegnativo e che si rivolge solo all’agonista ma un prodotto che riesce ad accontentare differenti fasce di utenti, un casco un po’ per tutti.

Bontrager Velocis Mips 4actionsport

immagini a cura di Matteo Malaspina e redazione tecnica

Potrebbe interessarti anche

Commenti