Le ambizioni del Team Cofidis proiettate al 2020

Il Team Cofidis si presenta alla vigilia della corsa Milano-Sanremo con l’obiettivo di iscriversi al World Tour nel 2020.

22/03/2019
scritto da Alberto Fossati

Il Team si presenta alla vigilia della corsa Milano-Sanremo con l’obiettivo di iscriversi al World Tour nel 2020 ma l’equipe francese e il suo storico sponsor guardano ampliano la loro visione; infatti, proprio in questi giorni è stata  siglata nuova partnership con l’Università IULM per promuovere le attività di marketing nel settore del ciclismo.

BOUHANNI Nacer

Oggi presentiamo, con una storia alle spalle di ventitré anni di competizioni, la nostra squadra rinnovata per il 2019; – ci racconta Cédric Vasseur, Direttore Generale della squadra Cofidis –. Quest’anno, che ci auguriamo possa superare il 2018 che è stato già molto positivo con 21 vittorie maturate, sarà propedeutico al nostro obiettivo ambizioso di riuscire ad iscriversi al World Tour nel 2020. Non solo il nostro team è abituato a non fare affidamento a un singolo leader – tutti i corridori, infatti, hanno le stesse opportunità di vincere – ma da ora con questa sfida sarà ancora più motivato a dare il massimo e mostrare tutta la sua passione per la corsa”.

LAPORTE Christophe

Il Team Cofidis nasce nel 1996, unico caso nel mondo del ciclismo dove proprietario e sponsor coincidono.  Dal 2010 ha licenza per gareggiare nella seconda divisione del ciclismo mondiale. Nella storia del team i ciclisti Cofidis si sono aggiudicati numerose vittorie di tappa al Tour de France e alla Vuelta a España, oltre a diverse classiche come la Gand-Wevelgem 1997 con Philippe Gaumont e la Liegi-Bastogne-Liegi 1999 con Frank Vandenbroucke.

LEMOINE Cyril

Confermata la partnership tecnica per la fornitura di biciclette con l’azienda brianzola Kuota – ci racconta il Direttore Sportivo Roberto Damiani quest’anno la squadra, con l’aggiunta di 9 nuovi corridori, ha raggiunto il record di rappresentare ben 8 paesi differenti: Francia, Spagna, Belgio, Italia, Germania, Colombia, Danimarca ed Eritrea. Sono molto soddisfatto dell’impegno e della professionalità che stanno dimostrando i miei uomini nella preparazione della Milano-Sanremo, una corsa che ha da sempre un sapore particolare. Il nostro obiettivo per questa edizione è fare la differenza ma mi fermo qui per scaramanzia”.

SIMON Julien

Novità in vista anche per la maglia che cambia sensibilmente rispetto alla precedente. Sulla divisa, infatti, non domina più il rosso, come ormai da qualche anno, ma il bianco. Il colore di punta del brand Cofidis, comunque, rimane presente sul pantaloncino, assieme al nero, e con alcuni innesti anche sulla maglia, unito al giallo, che simboleggia il sole, logo dello sponsor storico. Disegnato da Skål Studio e realizzato da Nalini, il completo 2019 rappresenta dunque una grande novità anche se mantiene un ricordo del passato, di quando cioè la maglia aveva forti tinte bianche.

VAN LERBERGHE Bert

Per quest’edizione della Milano-Sanremo, di cui è sponsor partner, Cofidis ha stretto una partnership con la Scuola di Comunicazione IULM per il Master “Marketing e Comunicazione dello Sport”, con l’obiettivo di sviluppare nuove strategie e progetti di marketing nell’ambito del ciclismo, in particolare l’implementazione di una serie di attività di comunicazione per la prima grande classica nel calendario delle corse ciclistiche.

VANBILSEN Kenneth

La comunicazione sarà declinata, innanzitutto, attraverso il concorso “Cofidiselfie” che, dal 21 marzo al 15 aprile, permetterà a tutti gli amanti della bicicletta di caricare la propria foto “smiling” sulla piattaforma dedicata e vincere una bicicletta Kuota, e che verrà promosso attraverso post sponsorizzati su Facebook e Instagram e l’ingaggio di Ignazio Moser, influencer con un cognome importante, legato al mondo della bicicletta.

WAETENS Zico

Sarà poi sviluppata una campagna sul claim “Cofidis il prestito che corre” per creare un fil rouge tra la squadra, la corsa e l’offerta di prestito personale limitata nel tempo, disponibile nella settimana dal 18 al 24 marzo, e verrà pubblicizzata attraverso banner dedicati sui siti web del circuito Rai, della Gazzetta dello Sport e di altre riviste specializzate.

Roberto Damiani, Direttore Sportivo

Roberto Damiani

Direttore Sportivo del Team Cofidis dalla fine del 2017, 59 anni, si descrive come una persona che non molla mai. Sportivo dalla più tenera età, Roberto si butta nel mondo del ciclismo da strada e da pista già a 13 anni, diplomandosi nel frattempo da geometra. Nel 1984 dopo aver “appeso la bici al chiodo”, Roberto diventa direttore sportivo di una squadra amatoriale ma è nel 1999 che concretizzerà il suo sogno più ambizioso: unirsi ad un’equipe di professionisti e nello specifico la squadra di Ivan Basso – Riso Scott – Vinavyl. Questa esperienza gli apre le porte delle più grandi equipe mondiali (Mapei, Fassa Bortolo, Liquigas-Bianchi, Lotto, Omega-Pharma e Lampre) permettendogli di lavorare con campioni quali Cancellara, Evans, Gilbert, Mc Ewan e Petacchi. Nel 2016 ha fatto in bicicletta il percorso da Auschwitz a Roma in onore di Gino Bartali, un uomo che salvò almeno 800 ebrei dalla deportazione nazista ed ha descritto questo viaggio in un libro dal titolo “Pedalare per la pace. Auschwitz-Roma: 2147 chilometri per non dimenticare”.

 

Cedric Vasseur, team manager

Cédric Vasseurs

Direttore Generale della squadra, è originario di Hazebrouck, nel Nord della Francia, ed è figlio di Alain Vasseurs, ciclista professionista vincitore di una tappa al Tour nel 1970. Dopo aver iniziato gli studi da ingegnere, nel 1994 firma il suo primo contratto da professionista con la squadra del Novemail e successivamente corre per Le Gan, Credit Agricole, US Postal Cofidis e Quick-Step-Innergetic. In questi anni vince 2 tappe al Tour de France e indossa la maglia gialla per 5 giorni consecutivi. Terminata la sua carriera agonistica nel 2007, Cédric presiede l’Associazione Internazionale dei Corridori Professionisti per due anni. Si fa conoscere al grande pubblico per la sua attività di commentatore sportivo per le principali reti televisive RTBF, Beln Sport e France Television.

 

I corridori Cofidis schierati per la Milano-Sanremo

  • Nacer Bouhanni, 28 anni, francese, nella squadra dal 2015
  • Christophe Laporte, 26 anni, francese, nella squadra dal 2014
  • Julien Simon, 33 anni, francese, nella squadra dal 2014
  • Cyril Lemoine, 35 anni, francese, nella squadra dal 2014
  • Kenneth Vanbilsen, 28 anni, belga, nella squadra dal 2015
  • Zico Waeytens, 27 anni, belga, nella squadra dal 2019
  • Bert Van Lerberghe, 26 anni, belga, nella squadra dal 2018

 

 

Cofidis Italia, leader nel settore del credito al consumo e delle soluzioni per i pagamenti è un punto di riferimento per lo sviluppo degli esercizi commerciali e per la realizzazione dei propri clienti, si contraddistingue per un modello di business snello e innovativo e per alcuni prodotti unici per il mercato italiano.

Alessandro Borzacca, Direttore Generale di Cofidis Italia

La società, con sede a Milano e con 900 milioni di euro di volumi gestiti nel 2018, è riconosciuta come un player finanziario leader nella vendita a distanza e attraverso partnership con la distribuzione commerciale, banche ed istituzioni finanziarie. Oggi con più di 10.000 partner retail, con la collaborazione di oltre 500 filiali bancarie, la presenza in oltre 35.000 esercizi commerciali e oltre 1 milione di operazioni gestite nel 2018, Cofidis è ancora più vicino a chi conta su un valido aiuto ogni giorno.

 cofidis.it

equipecofidis.com

Potrebbe interessarti anche

Commenti