I numeri della granfondo Nove Colli

Proviamo a sintetizzare la 47^ edizione della granfondo romagnola in alcuni numeri, cifre che danno maglio l’idea di questo fenomeno che non è più solo una gara ciclistica amatoriale ma, un vero fenomeno economico.

25/05/2017
scritto da Alberto Fossati

Un fenomeno che coinvolge una regione intera, una manifestazione che nel corso delle stagioni è diventata una sorta di locomotiva nell’economia della costa romagnola. Anche l’edizione 2017 della Nove Colli fa registrare numeri da record.

Partiti con il record del click day, dove sono stati bruciati 9.000 pettorali in 3 minuti e 16 secondi, per arrivare ai 12.000 iscritti: la partenza della Domenica mattina ha fatto registrare 10.460 partenti.

Abbiamo anche le cifre dei due percorsi: 4.642 nel percorso lungo, 5627 nel percorso medio, mentre gli arrivati al traguardo sono stati 10.269. Quello che colpisce è la differenza di “soli” 1000 atleti tra il medio e il lungo.

Nei 5 punti di ristoro allestiti lungo il tracciato sono state distribuite 7.200 crostatine, 5.132 succhi di frutta, 36,5 kg di caffè solubile, 69 kg di zucchero, 13 kg di miele in bustine, 2.834 bibite (in particolare cola) da 1,5 lt, 200 kg torte al miele, 323 kg crostate, 130 kg brioches, 225 kg pizzette, 35 kg di salatini, 54 kg di limoni, 10 kg di mele, 62 kg di pompelmo, 1.550 kg di banane, 38 kg di arance, 55 kg di pompelmi e 14kg di prodotti per celiaci.

Distribuite inoltre 12.723 barrette, 4.950 grana snack, 160kg di ciambella, 10.550 panini, 356 kg di sali minerali per un totale di 9.2 litri, 9.999 piatti di plastica, 58.000 bicchieri di plastica, 36.850 tovaglioli. 

Passiamo ai numeri del pasta party organizzato alla Colonia Agip, sede d’arrivo della manifestazione. Nella sola giornata di domenica 21 maggio sono stati distribuiti circa 6000 gelati, 280 kg porchetta, 440 kg salsiccia, 4.600 piadine, 10000 piatti pasta, 281 kg di banane, 200 kg di agrumi, 500 piatti di verdure grigliate, 250 kg di piatti vegetariani, 100 kg di pizzette, 100 kg di crostate e salatini. Passando alle bevande si contano 25 ettolitri di birra, 13000 bottigliette Enervit Sport Drink, 2500 bottigliette di cola, 4 damigiane di vino, 5.000 bottiglie di bevande e succhi, 45 kg di caffè, 7.500 bottigliette d’acqua da ½ litro.

Curiosità: 297.441 fotografie scattate, 52.000 spille distribuite, 30.000 fascette per numeri, 2 elicotteri e 25 moto riservate alla stampa per documentare la manifestazione. 48 interventi da parte delle ambulanze e 19 da parte dei moto sanitari, 1 punto di primo intervento all’arrivo e una centrale operativa di coordinamento. 26 defibrillatori, un centinaio gli operatori medico sanitari impegnati durante la manifestazione tra infermieri, medici, autisti soccorritori e volontari. 1.100 i volontari impegnati e per finire, sono stati circa 1.000 i massaggi effettuati agli atleti dai volontari dell’Istituto “Enrico Fermi” di Cesenatico.

Potrebbe interessarti anche

Commenti