TORNARE AL LEGNO È L’UNICA SOLUZIONE ECOSOSTENIBILE

13/11/2017
scritto da Andrea Bianchi

Nel 2017, noi surfisti siamo ormai diventati tutti consapevoli di quanto il nostro stile di vita sia poco “ecofriendly”, per via delle nostre attrezzature che sono fatte, perlopiù, di prodotti a base petrolochimica.

Continuiamo a portare avanti questa situazione paradossale. Viviamo e respiriamo la natura, ma facciamo poco, o nulla, per la sua salute.

Da un lato, spesso e volentieri, pensiamo solo a noi stessi.

Dall’altro, l’industria del surf, non ci permette di acquistare attrezzature ecofriendly a prezzi “normali”.

È vero che la ricerca per lo sviluppo di queste attrezzature costa, ed è giusto sostenerla pagando il loro prezzo. La domanda però è: qual’é il confine tra “prezzo giusto” e speculazione?

Perché a volte, l’impressione che si ha, è che questi prodotti vengono strumentalizzati per poter lanciare nuove mode sul mercato e non per il fine per cui sono designati, rendere la pratica del surf una sintonia totale con la natura, anche nei mezzi usati per viverla.

Uno short-doc dal titolo “Unsustainable”, spiega, attraverso alcuni shaper europei, come il legno potrebbe essere l’unica vera soluzione alla “Surfers contradiction”.

UNSUSTAINABLE from JC Quast on Vimeo.

Potrebbe interessarti anche

Commenti