Pubblicità
Home Ciclismo News Bianchi Impulso Pro, ora si veste di gravel
Pubblicità

Bianchi Impulso Pro, ora si veste di gravel

0
Bianchi Impulso Pro, ora si veste di gravel
Bianchi Gravel Impulso Pro Photo: Francesco Rachello / Tornanti.cc

Una evoluzione racing anche per la categoria gravel era facilmente prevedibile. La ricerca della performance, della competizione e della sfida, fanno parte del ciclismo in tutte le sue forme, da sempre, non solo per i pedalatori, ma anche nella tecnica dei mezzi. Bianchi Impulso Pro è la piattaforma gravel da competizione.

Bianchi Impulso Pro, ora si veste di gravel
Bianchi Gravel Impulso Pro
Photo: Francesco Rachello / Tornanti.cc

Bianchi Impulso Pro è gravel performance

Carro posteriore compatto e geometrie altrettanto corte. Il passaggio delle coperture, anteriore e posteriore che permette di montare pneumatici fino a 38 millimetri di sezione: contenuto, se consideriamo i canoni attuali. Ma soprattutto un telaio e una forcella full carbon dal peso ridotto. Questa, in certo senso è la sintesi della Bianchi Impulso Pro, una bicicletta che fa evolvere una delle piattaforme storica di del marchio di Treviglio, la Impulso, che ora indossa i panni del gravel racing. Entriamo nel dettaglio, con un richiamo anche al modello Bianchi Arcadex.

Bianchi Arcadex: bici gravel con un frame leggero

Le caratteristiche principali

Adotta un telaio full carbon (senza Countervail) con un valore alla bilancia dichiarato da 1100 grammi (taglia 55). Anche la forcella è tutta in carbonio, con un rake unico di 45 mm. Lo stesso frame è nativo per i freni a disco. Partendo dall’avantreno, questo è caratterizzato dalla forcella con gli steli dritti e voluminosi, con la guaina del freno che si innesta dall’alto. Una certa muscolarità è presente anche nella tubazione dello sterzo, con forma svasata e squadrata nella sezione posteriore. le sue linee decise seguono il design dell’orizzontale e dell’obliquo. Il primo si innesta nel piantone che supporta un seat-post da 27,2 mm di diametro, rotondo verso l’alto.

Bianchi Impulso Pro, ora si veste di gravel

Carro ribassato si, ma non troppo

Il profilato obliquo invece si unisce alla scatola del movimento centrale che è particolarmente abbondante nei volumi, larga 86,5 mm. I foderi bassi sono asimmetrici, con una lunghezza di 42,5 cm comune a tutte le taglie, mentre quelli alti sono più sottili e ribassati, ma sono collegati al piantone con un grosso fazzoletto di carbonio. Il progetto Bianchi Impulso Pro permette il montaggio della guarnitura con monoring e/o con la doppia corona: il deragliatore può essere facilmente rimosso. Gli abbinamenti cromatici disponibili sono due, per un solo allestimento a catalogo, che si basa sulla trasmissione Shimano GRX 600 1x (meccanico).

I componenti dell’allestimento
  • In abbinamento al pacchetto Bianchi Impulso Pro e alla trasmissione GRX con monocorna, troviamo le ruote Velomann con cerchio in alluminio e pneumatici WTB da 37 (ricordando che le ruote hanno diametro da 700c). I mozzi sono Formula. I perni passanti hanno misure standard: 12×142 mm posteriore e 12×100 millimetri anteriore.
  • I dischi dei freni sono da 160 mm di diametro, avantreno e retrotreno.
  • Il reggisella è in alluminio e la sella è la ModelX di Selle Italia.
  • Il prezzo di listino è di 2492 euro (+ iva).

Bianchi Impulso Pro, ora si veste di gravel

Bianchi Impulso Pro è disponibile in sei misure: 48, 50 e 52, 54, 56 e 58.

A cura della redazione tecnica, immagini courtesy bianchi.

bianchi.com

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità