Pubblicità

La Rotonda, Fiera tra le onde

0

Testo di Filippo Contardi
Foto: Marco Benzi, Davide Sandroni e Federico Ferri | Grafica: Emanuele Barduagni

La Palata
Questa è una storia che devo raccontare e che parte più di trent’anni fa. Quando i padri fondatori del surf pesarese, Filo e Nico [leggi la storia qui], si costruivano le tavole da soli e aspettavano le mareggiate, per lanciarsi come siluri dalla Palata del Porto, cercando di cavalcare le montagne di schiuma che arrivavano da Bora.
L’entusiasmo e la gioia del surf, contagiarono altri.

La Palata – Foto: Marco Benzi

La Palla di Pomodoro
L’evoluzione, gli indimenticabili anni della Palla e l’esplosione del nostro piccolo mondo, la Dinamo, le riviste, aprivano i negozi di surf, le vhs e i primi viaggi [leggi la storia pubblicata su 4surf magazine QUI].
Furono splendide stagioni, dove le onde erano magnifiche, il livello tecnico migliorava ed eravamo sempre di più. Ma poi tutto finisce nel 2001 con l’apparizione di una chiatta che iniziò a depositare scogli di fronte al nostro amato spot.
Fine della magia, la Palla non esiste più. A Pesaro niente più onde. Alcuni persero entusiasmo e mollarono, alcuni della vecchia guardia continuarono in esilio in altre città, dove nacque comunque una nuova generazione di giovani pesaresi che tiene alto il livello ancora oggi.

Filippo Contardi il “Local” – Photo: Davide Sandroni

La Rotonda
Poi succede quello che nessuno si aspettava. Il luogo dove tutto è iniziato, ricomincia piano piano a funzionare con piccole mareggiate, che surfiamo allegramente nei dopolavoro della bella stagione. Anno dopo anno, la qualità delle onde migliora e le mareggiate si intensificano.
La Rotonda si trova tra la Palata del Porto e l’inizio della riviera di Levante,proprio dove è iniziato tutto tanti anni fa.
Ha una bella veduta e assomiglia ad un’arena che ha sempre il suo pubblico. E’ un posto dove le onde non sono perfette, ma frequenti e ti fanno divertire, dove senti le urla, i fischi degli amici che passano di lì quando parti su una bella. E’ questo il luogo dove sta riesplodendo il surf pesarese, ormai una piccola comunità che si è formata negli ultimi mesi e cresce di numero ad ogni mareggiata.

La locandina disegnata da Emanuele Barduagni

Fiera tra le onde
L’evento che ho ideato non aveva di per se grandi pretese, se non quello di riunire tutta la scena pesarese durante una bella giornata di surf. Le onde sono state le più impetuose e impegnative viste in questo spot.
C’erano quasi tutti i surfisti della Rotonda, anche di fronte ad un mare feroce e una corrente che sfiancava. Come se una dea alata ci abbia ascoltato e fosse tornata, cavalcando la sua tavola e riportando le onde nella nostra città, per celebrare una giornata, una scena fresca e aperta a tutti, che non si vergogna…Anzi, è Fiera tra le Onde.
L’evento e la premiazione dei migliori surfisti della giornata, sono state supportate da: Solar Surfboards, Paper Surf Boardshop, Prima Porto.

Le foto sono di Marco Benzi, Davide Sandroni e Federico Ferri.
Local

LEGGI ANCHE:

La Mareggiata della Fiera

Da Dinamo a Solar Surfboards: Lucio Vardabasso Itw

Foto: Federico Ferri
Lineup – Foto: Davide Sandroni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui