Home Mtb Eventi Olimpiadi giovanili, buon inizio azzurro

Olimpiadi giovanili, buon inizio azzurro

0

Prima giornata di gare a Nanchino (Chn) per la seconda edizione dei Giochi Olimpici giovanili, ossia per atleti al di sotto dei 18 anni. La rassegna prevede molti sport olimpici ma con formule abbastanza diverse rispetto alla rassegna maggiore, con alcune gare anche miste uomini e donne e con squadre composte da atleti di nazionalità differenti. Particolare anche la scelta nel ciclismo di assommare varie discipline assegnando i titoli sono con la sommatoria dei risultati e rigorosamente a squadre. Le formazioni sono composte da due atleti uomini e due donne e nel caso della prima prova, l’eliminator di mountain bike, si doveva scegliere uno dei due rappresentanti a gareggiare.

Gli azzurri si sono comportati molto bene, anche se è mancato l’acuto. In campom maschile Manuel Todaro è arrivato fino alla finale a quattro, ma è rimasto invischiato in una caduta che ha lasciato via libera al ceko Jan Raichart, primo con oltre 10” sul colombiano Brandon Rivera Vargas e il polacco Wojciech Szymon Sajnok, quarta piazza per l’azzurro a 13”969. Ancora più sfortunata Sofia Beggin che dopo aver realizzato il miglior tempo in qualificazione ha subìto una caduta in semifinale che l’ha esclusa dall’atto conclusivo dove avrebbe potuto dire la sua, visto che poi ha dominato la piccola finale chiudendo quindi al quinto posto. Un risultato che comunque premia la scelta dei selezionatori che avevano puntato su di lei al posto della campionessa italiana junior Chiara Teocchi, tenuta in caldo per le prossime giornate, nelle quali i ragazzi affronteranno prove di corsa su strada in linea e a cronometro, di Bmx e di cross country per comporre la classifica conclusiva.