Home Running Eventi Sfida africana in Cina

Sfida africana in Cina

0

La Lanzhou Marathon in Cina, prova Iaaf Silver Label, è la prova principale della domenica internazionale su strada. I pronostici vedono in prima fila il detentore del titolo, l’etiope Tsehay Desalegn impegnata a fare doppietta dopo la vittoria ottenuta in extremis lo scorso anno in 2h32’16”, superando al 42° km la connazionale Azalech Masresha. La principale rivale sembra essere la kenyana Lydia Cheromei, con un PB di 2h21’30” che ne fa la più veloce del campo partenti: alle soglie dei 40 anni la campionessa mondiale junior di cross 1991 ha ancora voglia di mettersi in evidenza nel panorama internazionale. Terzo incomodo è l’etiope Ashete Bekere, 2h23’43” a Dubai nel 2015, quest’anno già seconda a Seoul in 2h25’57. In cerca di rilancio è l’altra etiope Merima Mohammed, 2h23’06” di personale ma che non è più scesa sotto le 2h30’ dal 2013. La pattuglia etiope presenta al via anche Fatuma Sado, vincitrice a Xiamen e Pechino e Melkam Gizaw.

Attesi oltre 10.000 concorrenti a Lanzhou (foto organizzatori)

In campo maschile spicca la presenza del kenyano James Kwambay, atleta dal passato prestigioso he quest’anno era già stato in gara a Daegu ritirandosi dopo metà gara. A sfidarlo il connazionale Ernest Kiprono Ngeno primo a Milano lo scorso anno e vincitore successivamente a Gyeongju in 2h07’49”. L’etiope Kelkile Gezahegn Woldaregay a 20 anni vuole stupire ancora dopo le vittore dello scorso anno in Cina a Chongqing e Heifei e l’ottimo 2h07’29” di aprile a Rotterdam. Reduce dalla vittoria di Chongqing di marzo, l’etiope Afewerk Mesfin vuole allungare la sua striscia vincente mentre il kenyano Julius Kipkorir Tuwei, secondo al traguardo, vuole la rivincita.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui