Home Running Eventi Mooloolaba ITU World Cup 2016: Mola e Stimpson

Mooloolaba ITU World Cup 2016: Mola e Stimpson

0

Si è corso oggi lo sprint a Mooloolaba, ITU World Cup.
Il vincitore annunciato, Mario Mola (ESP), non ha tradito le aspettative e ha conquistato il suo secondo importante podio del 2016, a una sola settimana dalla prima gara del circuito WTS dello scorso 5 marzo a Abu Dhabi.

del_5637__medium

Il caldo e l’umidità erano forti nella Sunshine Coast in Australia: Mola ha combattuto con il suo connazionale Vicente Hernandez (ESP) fino all’ultimo giro di corsa, ma proprio come ad Abu Dhabi la scorsa settimana, Mola si è dimostrato troppo forte nella frazione a piedi e ha tagliato il traguardo in 52 minuti e 54 secondi evitando anche una caduta.
“Ho cercato di stare nella migliore posizione possibile per tutta la frazione di ciclismo, sapevo che ci stavamo compattando in un unico grande gruppo. Il ragazzo appena davanti a me è caduto e ho solo cercato di rimanere sulla mia bici”, ha detto Mola.
“Per fortuna quando succedono queste cose e si è nella nella parte anteriore del gruppo, è ancora possibile unirsi ai ragazzi dietro… se fossi stato più indietro nella avrei dovuto lottare molto per tornare in gara. Oggi c’era una grande atmosfera, è la mia gara preferita e ho conquistato la mia seconda vittoria.”

Al terzo gradino del podio maschile si è piazzato Joao Pereira (POR). Il nostro Luca Facchinetti è 24esimo in classifica, Andrea Secchiero chiude 51esimo.

del_5786__medium

Per le donne, la regina è stata Jodie Stimpson (GBR) che come Mario Mola conquista la sua seconda vittoria dopo Abi Dhabi.
“E’ stato bello tornare a gareggiare a Mooloolaba, è come una gara di casa, ho passato un sacco di tempo qui dal 2009 e ho un sacco di amici qui. E ‘una bella sensazione essere di nuovo qui e soprattutto vincere qui!”, ha detto la Stimpson.
In particolare, Stimpson è stato felice della sua frazione di nuoto, che meglio riflette il suo stato di forma attuale:
“Ho nuotato assolutamente male ad Abu Dhabi e non era assolutamente il riflesso del mio stato e del lavoro che ho fatto nel nuoto. Oggi ero un po’indietro ma sono riuscita a prendere un’onda buona in arrivo. E’ stato divertente anche se l’onda mi ha anche levato gli occhialini!”

Seconda e terza Emma Moffatt (AUS) e Kirsten Kasper (USA). Chiude quinta l’australiana Ashleigh Gentle.

del_4086__medium

Ulteriori info: www.triathlon.org/news