Ibis Ripmo, enduro 29er da 145 mm

Il brand californiano fonde l’equilibrio della Ripley con la capacità nel superare terreni ostici della HD4, creando la nuova bici del team ufficiale del team Ibis Cycles Enduro

28/03/2018
scritto da Cristiano Guarco
Robin Wallner al debuto in EWS con la Ibis Rimpo, 3° posto finale in Cile

Robin Wallner al debuto in EWS con la Ibis Rimpo, 3° posto finale in Cile

La Rimpo ha debuttato nel miglior modo possibile al round d’apertura delle Enduro World Series 2018, cogliendo un 3° posto in campo maschile con Robin Wallner e il terzo gradino del podio tra i team. La nuova enduro Ibis Cycles ha 145 mm di travel gestiti dalla sospensione DW Link di 5^ generazione, una geometria moderna e un peso di soli 2,7 kg, ammortizzatore incluso. Ma ci sono dettagli altrettanto importanti: lo spazio per un ammortizzatore con serbatoio separato; la possibilità di montare telescopici a lunga escursione; un carro corto; spazio per una grande borraccia; passaggio ruota posteriore adeguato per accogliere le gomme da 2.6”; un innovativo link inferiore; guide interne per le guaine e i tubi.

Ibis Ripmo

La Ibis Ripmo in pillole

  • Ruote da 29”
  • 145 mm escursione posteriore su DW-Link
  • 160 mm escursione anteriore
  • passaggio ruota per gomme da 2.6”
  • triangolo anteriore e posteriore in carbonio
  • Disponibile nelle taglie S-XL, per rider dai 152 cm a 201 cm di altezza
  • Peso del telaio da 2,3 kg (senza ammortizzatore), 2,7 kg con Fox DPX2
  • Disponibile con ammo Fox DPX2 o X2
  • Bici completa da 12,7 kg

Geometria

Ibis Rimpo: geometriaIl mantra che ha accompagnato tutti i lanci di nuove trail bike (inclusa Ibis) negli ultimi anni è stato “bassa, lunga e aperta”. Questo perché è un’ottima discesista sui terreni ripidi, ma questa caratteristica comporta anche dei sacrifici, ovviamente. Ibis vuole produrre bici che possano funzionare bene praticamente ovunque, sapendo che, aprendo e allungando, sarebbero emersi i limiti di versatilità che sono altrimenti fondamentali. La soluzione si è presentata sotto forma di un angolo sella più verticale, per bilanciare una geometria di questo genere che include anche un carro super compatto.

Ibis Rimpo vista 3/4 posterioreUn piantone sella più verticale sposta il peso maggiormente verso la ruota anteriore e vi allontana la ruota posteriore, relativamente più vicina al movimento centrale proprio per il carro corto. Questo approccio sposta naturalmente il peso del biker sulla ruota anteriore che avrà quindi meno tendenza ad alleggerirsi in salita o scivolare nelle curve senza appoggio. Si potrebbe anche ridurre questi effetti indesiderati allungando il carro ma la manovrabilità ne risentirebbe pesantemente. L’angolo sella più ripido garantisce anche una posizione in salita più efficiente: le full tendono ad avere più sag al posteriore rispetto all’anteriore, soprattutto in salita dove il peso si sposta sul retrotreno, anche per questo è stata spostata la posizione del rider di qualche grado in avanti.
Il piantone sella più verticale genera un maggiore interasse tra il movimento centrale e l’asse della ruota anteriore (front-center), migliorando sensibilmente la stabilità. Ibis ha poi ridotto l’offset della forcella a 44 mm per aumentare il trail, aumentando ancora stabilità e controllo.
Con questo offset e l’angolo sterzo da 65.9° sono state replicate le misure di front-center e trail della HD4, conferendo alla Ripmo grande stabilità, mentre l’angolo di sella ripido che sposta il peso sull’anteriore ne garantisce la maneggevolezza e prontezza allo sterzo.

Nuovo link inferiore

ibis Rimpo link inferioreCon la Ripmo viene introdotto il nuovo link inferiore su boccole Igus. Perché Ibis è passata alle boccole? Perché permettono di ridurre peso, aumentare la rigidità e migliorare l’affidabilità. Le boccole richiedono bassa manutenzione e sono silenziose, protette e funzionali. Le loro caratteristiche meccaniche rimangono invariate e costanti per tutta la vita tecnica, cosa spesso difficile con i cuscinetti. Sono state usate per oltre un anno sui prototipi sui trail di casa in California e in giro per il mondo in tutte le condizioni, senza mai riscontrare un problema. Le bielle delle sospensioni sono soggetti a grandi carichi e scarsi angoli di rotazione e movimento, provate a chiedere a un ingegnere e vi dirà esattamente quale è il migliore campo di utilizzo per una boccola. E dato che il rapporto di leva è 60:1 non c’è davvero alcun effetto di attrito statico. Il nuovo link inferiore della Ripmo su boccole pesa 80 gr in meno di un equivalente su cuscinetti ed è molto più rigido torsionalmente. E così ibis può dare la garanzia a vita sulle boccole e, quando si usureranno, saranno cambiate.
La Rimpo continua a utilizzare il sistema DW-Link, giunto alla quinta generazione, già vincitore in EWS: incolla la bici al terreno senza assorbire energia sulla pedalata.

Spazio per i reggisella telescopici lunghi

Ibis Rimpo rear endLa Ripmo eccelle nelle discese ripide dove i telescopici a lunga escursione mostrano tutti i loro vantaggi. Ora che ci sono reggisella da 170 mm,  è stato ulteriormente abbassato il tubo sella in modo che tutti i rider possano trarre beneficio dall’utilizzo dei nuovi telescopici.
Un’altro bonus del tubo sella (e tup tube) abbassati è che i rider potranno adesso anche scegliere una misura di telaio in più senza dovere ridurre l’escursione del telescopico o fare a botte con lo standover. Inoltre avendo rimosso materiale, il telaio è più leggero.

Gomme da 2,6”

Ibis Ripmo - passaggio ruota posterioreIbis è stata tra i pionieri della rivoluzione dei cerchi larghi qualche anno fa, potendo utilizzare i nuovi pneumatici a grande volume e tenerli a pressioni più basse a tutto vantaggio della trazione e resistenza a rotolamento. Sulla Ripmo è possibile montare gomme sino a 2,6” (la misura ideale per l’enduro sta tra i 2,3″ ed i 2,6″). Tutti i produttori oggi hanno a catalogo gomme con diverse scolpite e carcasse, studiate per i cerchi da 35 mm, con la Ripmo potrete scegliere le gomme perfette per voi e avrete tutta la luce necessaria sul telaio per utilizzarle in qualsiasi condizione.

Ibis Ripmo - protezione

La Ripmo è l’unica ad avere dei tubi in carbonio per il passaggio cavi stampati direttamente nel telaio: basterà inserire il cavo o la guaina in una estremità che uscirà dall’altra parte senza dovere ricorrere a strumenti particolari.

Ibis Rimpo - carro

Dettagli

  • Mov. Centrale filettato
  • Compatibile ISCG 05 con adattatore smontabile
  • Offset forcella da 44 mm
  • Angolo sella 76º
  • Cinematica della sospensione DW-Link V5, la più efficiente sospensione che Dave (Weagle, ndr) abbia mai realizzato
  • Passaggi cavi interni con tubi integrati nello stampo
  • Portaborraccia nel triangolo principale
  • Compatibile con borracce di grosso volume e ammortizzatori con serbatoio separato
  • Taglie M-XL compatibili con telescopici da 170 mm, 125-150 mm sulla taglia Small
  • Protezione del downtime in policarbonato, protezioni carro in materiale gommoso annegate nello stampo
  • Boccole Igus nel link inferiore, cuscinetti nel link superiore
  • Ammortizzatore: 210 mm interasse, 55 mm corsa
  • Freno posteriore Post Mount
  • Diametro massimo disco posteriore: 203 mm
  • Disegno specifico per trasmissioni 1x
  • Boost posteriore
Ibis Ripmo XX1 kit

Ibis Ripmo XX1 kit

Ibis Ripmo GX kit

Ibis Ripmo GX kit

Prezzi

  • Bici completa a partire da 4.990 €
  • Telaio (con ammo DPX2) a 3.380 €

Garanzia

  • Sette anni sul telaio
  • A vita sui cuscinetti

Disponibilità: 26 marzo 2018

[fonte: comunicato stampa]

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti