Tutto pronto per il secondo round delle Enduro World Series 2017

Le EWS si spostano dalle foreste lussureggianti della Nuova Zelanda all'Outback australiano, sbarcando a Derby per la Shimano Enduro Tasmania

05/04/2017
scritto da Cristiano Guarco

Il circuito passa dai celebri sentieri di Rotorua a una località inedita, la new entry di Derby, immersa nella natura selvaggia della Tasmania. Questa antica città mineraria sta diventando popolare tra i biker australiani per i suoi trail, ma l’evento di questo weekend rappresenterà la prova del nove con la prima grande competizione internazionale. Sono attesi oltre 300 atleti che affronteranno ben sette prove speciali nel corso di una sola giornata di gara, con una lunghezza di 57 km e un dislivello di 1.500 metri. I sentieri veloci e flow, progettati da Glen Jacobs, vedranno i rider immersi nella foresta nativa della zona, solcando enormi lastre di roccia che caratterizzano questa parte del mondo.

Ian Harwood di SME Enduro e direttore di gara ha dichiarato: “I sentieri qui a Derby sono incredibili e non vediamo l’ora di ammirare i migliori atleti del mondo. La comunità locale si è impegnata per la riuscita di questo evento con un lavoro svolto che è stato davvero monumentale. Il retaggio di questa competizione parla da sé, la rete di trail è aumentata notevolmente e avere i riflettori puntati sulla Tasmania assicura un posto di rilievo nella mappa mondiali delle destinazioni a ruote artigliate.”

Wyn Masters - EWS Rotorua 2017Wyn Masters, vittorioso a sorpresa al primo round EWS 2017 di Rotorua, Nuova Zelanda

Dopo il tempo pazzo di Rotorua, la competizione sarà particolarmente accesa. Nella categoria femminile è la solita Cecile Ravanel (Commencal Vallnord Enduro Team) a condurre le danze, con Ines Thoma (Canyon Factory Enduro Team) e Anita Gehrig (Ibis Cycles Enduro Race Team) in seconda e terza posizione. La principale avversaria della campionessa EWS 2016, la francese Isabeau Courdurier (Sunn) invece non ha preso parte al primo round perché malata.
A Rotorua hanno dominato i rider di casa in campo maschile, con Wyn Masters (GT Factory Racing) che ha domato il fango assicurandosi la prima vittoria alle EWS. Sul podio sono saliti anche Matt Walker e il fratello di Wyn, Eddie Masters, rispettivamente al secondo e terzo posto. Tutti e tre i kiwi saranno alla ricerca della conferma questo weekend, ma dovranno affrontare una concorrenza feroce. L’australiano Sam Hill (Chain Reaction Cycles Mavic) punterà a una vittoria sul terreno di casa mentre il campione EWS 2016 Richie Rude (Yeti Fox) cercherà di recuperare punti dopo il deludente 21° posto del round d’apertura. In campo maschile U21, gli occhi sono puntati sul giovane e promettente cileno Pedro Burns, mentre tra le ragazze i favori del pronostico sono per la britannica Martha Gill. Tra i Master è attesa invece un’altra battaglia tra il francese Karim Amour (BH Miranda Racing Team) e il campione in carica Michael Broderick, in campo femminile invece la favorita è Mary McConneloug, già vittoriosa a Rotorua nella categoria che ha esordito quest’anno.

Richie Rude - EWS Rotorua 2017Voglia di riscatto per Richie Rude, il campione EWS 2016 ha chiuso solo al 21° a Rotorua

L’evento prenderà il via venerdì sette aprile, con le prove ufficiali, mentre il giorno successivo si correrà la Shimano Tasmania Enduro Challenger, una competizione riservata agli amatori che utilizzerà quattro delle PS del giorno successivo. La gara principale si correrà domenica nove aprile a partire dalle 7:30 locali. Sarà possibile seguire la gara in tempo reale – live timing, race feed, tracking GPS – sul sito www.enduroworldseries.com.

Potrebbe interessarti anche

Commenti