Vittoria polacca al Vertical Tube

Prende vita il calendario di skyrunning che ha offerto il grande evento valtellinese dove si sono esaltati Hannes Perkmann e Katarzyna Kuzminska

12/04/2017
scritto da Gabriele Gentili

Cronaca di un successo ampiamente annunciato il 3° Valtellina Vertical Tube. Sulla ormai celebre condotta forzata di Montagna di Valtellina (So) si è riversato un pubblico degno di una grande tappa ciclistica: dalle 13:30 scanditi da intervalli regolari di 30” oltre 400 atleti hanno fatto da degna cornice ed antipasto alla folta pattuglia di elite, entrata in scena per il gran finale.

Se la ricorderà per un pezzo questa data la polacca di stanza in Piemonte Katarzyna Kuzminska (Atletica Canavesana): vittoria ed il lusso di mettere il proprio nome in classifica davanti per 5” a quello della capitana azzurra Valentina Belotti (Atl. Alta Valtellina), davvero brava al suo rientro dopo l’operazione al tendine dell’autunno scorso. Niente record, il crono della Kuzminska , 17’48”, è lontano dal tempone monstre di Emmie Collinge (16’09”), ma il podio si completa comunque nello stretto giro di pochi secondi: brava anche Francesca Bellezza (Runner Team 99) che in 18’00” chiude a soli 7” dalla Belotti. Giù dal podio un’attesa, ma un tantino delusa, Samantha Galassi (La Recastello) con 18’10”, seguita nella top five di giornata da Angela Serena (Atl. Lumezzane) in 19’ netti.

Era probabilmente la sfida più attesa, il parterre li invocava, non si sono fatti desiderare: Hannes Perkmann (Sportler) e Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana) racchiusi in 2 secondi sono il poster di un’edizione che sarà ricordata anche per il “numero” dell’austriaco Jacob Mayer, splendido terzo in 14’30”. Là davanti il record di Bernard Dematteis, 14’02”stabilito nel 2015, resiste, ma davvero il 14’15” di Perkmann ed il 14’17” di Puppi, considerate le condizioni meteo caratterizzate da temperature quasi estive, la dicono lunga sulla qualità di una top five che include anche nomi pesanti quali quelli degli specialisti delle salite più dure Antonio Toninelli in 14’32” ed Henry Hofer in 14’48”. Top ten dai nomi davvero nobili: 6° è Emanuele Manzi (US Malonno, crono 14’49”), 7° Alex Baldaccini (Atl. Valle Brembana, crono 14’40”) 8° Luca Cagnati (Atl. Valli Bergamasche Leffe, crono 15’02”), 9° Alberto Vender (SA Valchiese, crono 15’21”) e 10° Tommaso Vaccina (Cambiaso Risso, crono 15’39”).

Il podio maschile (foto organizzatori)

Valtellina Vertical Tube 2017 assegnava punti pesanti nell’ambito di due importanti circuiti di referimento del settore: quello brandizzato dalla Towerrunning World Association™ e la Vertical Cup dell’EOLO® Fidal Mountain & Trail Running Grand Prix che ha vissuto l’esordio assoluto e punta ora dritta all’appuntamento del 23 aprile a Chiavenna per il Val Bregaglia Trail. (corsainmontagna.com)

MODENA FA POKER A TEOLO

Un superlativo Christian Modena ha dominato sabato la 33/a edizione della Traversata dei Colli Euganei. L’atleta roveretano ha tagliato il traguardo di Villa di Teolo, alla fine del percorso di 42 chilometri che ha attraversato le creste più alte degli Euganei, con il tempo di 3h35’34”. L’atleta roveretano al quarto successo di fila nella difficile gara promossa dall’associazione Giovane Montagna di Padova, è passato in testa in località Ponte del Riposo, superando Simone Wegher che è andato in crisi sulla salita del monte Madonna. Il portacolori del Team New Balance ha preceduto di 8’20” Fabio Di Giacomo e di 10’25” Mirko Miotto. Tra le donne si è imposta la veneziana Silvia Rampazzo della Tornado con il tempo di 3h52’08” davanti alla compagna di casacca Silvia Serafini (4h12’58) e a Francesca Pretto (Summano Cobras, 4h20’11”). Sul percorso di 21 chilometri il successo è andato a Eddi Nani (Tornado, 1h49’06”) davanti a Federico Presa (Atl.Vicentina, 1h51’20”) e a Nicolò Petrin (Tornado, 1h52’57”); e a Tiziana Scorzato (Aim, 2h10’07”) prima su Lisa Carraro (Aaa Malo, 2h16’07”) e Michela Dalla Muta (Sky Explorer, 2h21’05”). Alla competizione hanno partecipato 850 specialisti della corsa in montagna. 200 i baby del mini trail, 196 i ragazzi dello junior trail. Nei tratti più impegnativi del tracciato di 42 km ci sono state alcune cadute che hanno richiesto l’intervento del personale del Soccorso alpino di Padova. Una ragazza di Mestre, un giovane di Galzignano Terme con sospetto trauma alla caviglia e un cinquantenne di Milano colto da malore sono stati recuperati e trasportati fino all’ambulanza della Croce Rossa per gli accertamenti del caso. (Gianni Biasetto – Il Mattino di Padova)

Il vincitore Christian Modena (foto organizzatori)

RECORD A PIOGGIA AL COLMEN TRAIL

Edizione dei record alla 5ª Colmen Trail. Dover aver battuto il primato di iscritti, in gara sono saltati anche i quelli del percorso. Una bellissima giornata di sole ha accolto i 405 partenti che non hanno voluto mancare all’edizione 2017 dell’evento organizzato dal Team Valtellina Asd. I protagonisti attesi non hanno deluso il pubblico di casa, se al maschile Marco Leoni ha lasciato sfogare il suoi avversari sulla prima salita, la nazionale di corsa in montagna Alice Gaggi ha da subito preso la testa della corsa, non lasciandola fino alla fine. A Campovico Leoni iniziava la sua cavalcata trionfale. Alle sue spalle invece era un continuo cambio di scena, con l’atleta del Team Pasturo/La Sportiva Davide Invernizzi che prendeva la seconda posizione lungo l’ascesa alla Colmen. Bagarre invece per la terza posizione tra Luca Magri e Marcello Ugazio.

Sulla finish line della colonia di Morbegno arrivava per primo con il tempo record 1h42’42” Marco Leoni del Team Crazy/Valtellina, secondo come anticipato a 3’54” arrivava Davide Invernizzi (Team Pasturo/La Sportiva), terzo posto finale per il giovane Triatleta Marcello Ugazio in  1h48’14” (Team Azzurri Bellinzago). Seguono nell’ordine Luca Magri (Recastello), Stefano Sansi (Team Valtellina), Stefano Martinelli (Csi Morbegno), Alessandro Gusmeroli (Team Valtellina), Giovanni Tacchini (Team Valtellina) e Stefani Rossatti (Gp Rupe Magna). Al femminile, cavalcata solitaria di Alice Gaggi (Team Crazy/Valtellina), che polverizza il precedente record, con il tempo di 2h02’06”, alle sue spalle transitava sotto lo striscione di arrivo Francesca Rusconi (Team Zenithal) a 9’25”, terza piazza per Monia Acquistapace (Sport Race Valtellina), seguono alle loro spalle nell’ordine Alessandra Arcuri (Gs Cometa) e Sara Asparini. (Sportdimontagna.com)

Alice Gaggi in azione al Colmen Trail (foto organizzatori)

GLI ALTRI VINCITORI

Panoramica sulle altre prove del fine settimana:

TRAIL

RunAvalanche a Bardonecchia (6 km in discesa): Luca Vaccheri 17’22” e Sara Giacoletto Papas 25’22”

BVG Trail a Salò (75 km x 4.350 metri): Nicola Bassi (Tornado) 8h01’17” e Cinzia Bertasa (Trail Running Brescia) 9h45’42”

BVG Marathon Plus a Gargnano (50 km x 3.450 metri): Luca Carrara (Team Mammut) 5h15’18” e Giuliana Arrigoni (Bergamo Stars Atl.) 7h06’07”

BVG Run a Salò (25 km x 950 metri): Juri Radoani (Sa Valchiese) 1h54’45” e Marta Damonte (Tornado) 2h31’21”

Trail della Riva a Guiglia (32 km x 1.700 metri): Giulio Piana (Team Mud & Snow) 3h04’39” e Lara Mustat (Circolo Minerva) 4h00’55”

Trail della Riva a Guiglia (20 km x 1.000 metri): Fabio Pinelli (Stone Trail Team) 1h41’53” e Antonella Bignardi (Le Colline) 2h10’35”

Maratona Alpina a Val della Torre (42,195 km x 2.600 metri): Erik Pinet 5h04’41” e Sara Lavino Zona (Almostthere) 7h13’42”

Mezza Maratona Alpina a Val della Torre (22 km x 1.550 metri): Paolo Brunofranco (Sd Baudenasca) 2h17’17” e Camilla Magliano (Pod.Torino) 2h20’39”

Ossola Trail a Mergozzo (27 km x 1.900 metri): Michael Dola (Team Scott Italia) 2h42’11” e Emanuela Brizio (Valetudo Skyrunning Italia Racer) 3h13’46”

Ossola Trail a Mergozzo (17 km x 1.200 metri): Mauro Stoppini (Team Salomon) 1h35’56” e Martina Gioco (Runners Valbossa) 2h12’15”

Monte Barro Running a Galbiate (15,8 km): Andrea Rota (Team Salomon) 1h16’21” e Fabiana Rapezzi (Osa Valmadrera) 1h34’04”

Trail delle Farfalle a Bordano (22 km x 1.900 metri): Nicola Giovanelli (Team La Sportiva) 2h24’25” e Ana Cufer (SLO-Salomon Team PGT) 2h59’16”

Ecotrail delle Farfalle a Bordano (14 km x 950 metri): Paolo Lazzara (Team Aldo Moro Paluzza) 1h28’58” e Caterina Bellina (Team Aldo Moro Paluzza) 1h56’27”

La Scarpa della Val Trebbia a Bobbio (35 km x 2.700 metri): Pierre-Hugo Romain (FRA) 3h12’28” e Carlotta Vecchi (Vengo Lì) 4h35’05”

EcoCorsa del Lago di Montedoglio (9 km x 253 metri): Attilio Niola (Pol.Chianciano) 41’31” e Emanuela Martinelli (Atl.Sestini Fiamme Verdi) 49’28”

Altamura Eco Half Marathon (21 km): Giuseppe Moliterni (Gravina Festina Lente) 1h20’44” e Lidia Mongelli (Atl.Correrepollino) 1h26’59”

Medieval Trail a Carini (30 km x 1.200 metri): Pierpaolo Notaro (Termini Bike) 2h24’38” e Laura Emmi (Marathon Misilmeri) 2h47’41”

SKYRUNNING

Vertical del Monte Grappa a Borso del Grappa (3,8 km x 1.050 metri): Samuel Lungu 51’15” e Nada De Francesch 56’52”

FlyVertical Grappa a Borso del Grappa (3,5 km in discesa): x 1.050 metri): Samuel Lungu 18’02” e Valentina Facchin 33’03”

Vertikal Penice Vetta a Bobbio (5 km x 1.000 metri): Pierre-Hugo Romain (FRA) 44’06” e Andree Merli (Piacenza Sport) 1h08’15”

Villacidro Skyrace (21 km x 1.540 metri): Fulvio Dapit (La Sportiva-Crazy Idea) 2h15’45” e Stephanie Jimenez (Team Salomon Italia) 2h35’27”

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti