Coperture Maxxis per pedalare anche in inverno

10/02/2016
scritto da Gianpaolo Ragno

L’importanza della gomma giusta per la mtb: attenzione alla tassellatura che deve essere più pronunciata

Come ben sappiamo, i biker non appendono mai la bici al chiodo. Bisogna, quindi, essere pronti ad “equipaggiare” la nostra mtb nel modo corretto per affrontare sentieri più o meno umidi, viscidi, scivolosi o, addirittura, fangosi. La gomma per l’inverno deve avere necessariamente i tasselli più alti e distanziati per scaricare facilmente detriti e fango. Al contrario, gomme con tasselli ravvicinati e bassi, potrebbero essere davvero pericolose.

Altrettanto importante è il disegno dei tasselli che devono avere una forma squadrata conferendo, in questo modo, maggiore aderenza al terreno. Importante è anche la mescola, soprattutto quando ci si imbatte in terreni viscidi con radici o pietre. E’ consigliabile, quindi, una mescola morbida. Ricordiamoci che con le basse temperature le gomme s’induriscono. Anche la larghezza del copertone è da tener presente, dev’essere più contenuta di quella estiva: più la gomma è stretta e meno rischi ci sono che la ruota si possa bloccare a causa dell’accumulo di fango. Ricordiamoci, infine, che le gomme invernali hanno una vita più lunga rispetto a quelle estive proprio perché d’inverno si pedala su terreni meno duri e compatti rispetto all’estate.

Maxxis Beaver Maxxis Beaver
Maxxis Medusa Maxxis Medusa

Ciclo Promo consiglia ai biker, per la brutta stagione, Maxxis Beaver e Maxxis Medusa. Entrambe le gomme presentano tappi ampiamente spaziati con forma piramidale, una scolpitura ideale in condizioni di bagnato e di fango. La spaziatura tra un tappo e l’altro, consente di disperdere il fango invece che impaccarlo. Ricordiamo che la 29″ ha un grip superiore e di conseguenza si può optare per gomme con tassellatura meno pronunciata.

Info
Ciclo Promo Components SpA, www.ciclopromo.com

[fonte: comunicato stampa]

Potrebbe interessarti anche

Commenti