Home Running Test Brooks Ghost 14: Il Test

Brooks Ghost 14: Il Test

Abbiamo provato l’ultimo modello della scarpa da corsa Brooks più venduto di sempre. Una delle novità? Da oggi è anche sostenibile!

0
brooks ghost

 

Dal numero #05 di 4running test per le Brooks Ghost 14 a cura della redazione

 

La parola a Brooks

GHOST 14 è la prima scarpa da corsa Brooks totalmente CARBON NEUTRAL, concentrato di ammortizzazione, morbidezza e giusta spinta. La scelta ideale per i runner in cerca di una corsa fluida, che desiderano macinare chilometri.

Spiega Tobias Gramajo, Tec Rep Manager e Footwear Champion Brooks Italia:

“Ghost, la nostra scarpa più amata dai runner, è da sempre riconosciuta per l’ottima ammortizzazione e la sua dinamicità. Un giusto mix che ci permette di avere una corsa sempre fluida e senza distrazioni. Con Ghost 14, i nostri ingegneri hanno sviluppato una scarpa ancora più morbida e leggera, perfetta per i runner con appoggio neutro, in modo che possano concentrarsi solo su ciò che amano di più: correre”.

 

brooks ghost 14

 

Design

La tecnologia 3D Fit Print della tomaia, rigorosamente seamless, senza cuciture, rende la linea molto pulita. Il logo Brooks è termosaldato e così alcuni particolari riflettenti su puntale, fianchetto e posteriore, che ne migliorano la visibilità notturna. Molto curata nei dettagli, con il contrafforte tallonare rinforzato e costellato da tanti “gommini” in tinta con il logo che ne impreziosiscono ulteriormente l’estetica.

 

Finiture

Come già anticipato, Brooks si conferma attenta alla cura di ogni minimo particolare. L’attenzione verso il dettaglio e la perfetta combinazione di suola, intersuola, tomaia e particolari di quest’ultima ne garantiscono la durata che, nelle versioni precedenti, non è mai al di sotto degli 800 km, a dimostrazione che, al di là del reale consumo del battistrada, rimane una scarpa molto robusta e ben fatta.

 

brooks ghost 14

 

Chiusura 

La tomaia avvolge molto bene il piede e la sagomatura dell’intersuola a livello del mesopiede tiene il piede ben saldo ai fianchetti. Il sistema a 6 asole longitudinali + 1 rende allacciatura e chiusura perfette e mai scomode sul collo del piede, anche dopo aver calzato la scarpa senza sosta per tutto il giorno! Il comfort nella rullata è quindi assicurato.

 

Impatto iniziale

Ogni test della Ghost ci ricorda che abbiamo ai piedi da diverse edizioni la calzatura di Brooks più venduta al mondo. Il motivo è semplice: appena la indossi, sembra già la tua scarpa di sempre! 

Non necessita di nessun tipo di adattamento o “uscite conoscitive” per capire il modello nelle diverse fasi della corsa. La scarpa è da subito veramente comoda e, una volta ai piedi, non resta che correre.

 

brooks ghost 14

 

Comfort

Molto comoda, ma allo stesso tempo mai troppo molle o lasca. Il reparto R&D di Brooks riesce sempre a presentare con le versioni rinnovate della Ghost un modello di calzatura che va bene a tutti. Certo, non è la scarpa per correre a 4’ al chilometro, ma al contempo è il classico modello che vi può portare tranquillamente alla fine della prima maratona della vostra vita senza l’ombra di una vescica ai piedi. La reattività non è la sua caratteristica principale, ma soprattutto nella rullata a passi più tranquilli, tra i 6’ e i 5’30” al chilometro, ci ha fatto apprezzare il parziale ingresso di tallone con appoggio bello rotondo.

 

Traspirabilità

Ideale per questi mesi invernali, ma allo stesso tempo molto traspirante nella zona dell’avampiede, assicurando alle dita un’ottima ventilazione e ricambio aria/vapore.

 

Grip e Protezione dagli urti

Il disegno della suola ha abbondanti scanalature, che ne facilitano enormemente la rullata assicurando un ottimo contatto con il terreno in ogni fase dell’appoggio e della spinta. La composizione del compound, piuttosto morbido, oltre che garantire un ottimo comfort, la rende bella “gripposa” su buona parte dei fondi cittadini. La combinazione di intersuola abbondante e spessore della suola gioca inoltre a favore di un’ottima protezione complessiva del piede in appoggio e spinta.

 

brooks ghost 14

 

Stabilità

Ottima. Frutto della combinazione sapiente tra shape dell’intersuola, contrafforte tallonare bello robusto, per quanto comodo e imbottito, e scampanatura della suola/intersuola rispetto all’ingombro della tomaia. 

 

Capacità di ammonizzazione

La grande ammortizzazione è assicurata dalla tecnologia DNA LOFT lungo tutta l’intersuola, il materiale più morbido di Brooks per le intersuole. La reattività, come detto, non è il suo punto forte, ma chi compra la Ghost ricerca comodità e comfort con grande capacità di ammortizzazione.

 

brooks ghost 14

 

Consigliata per…

Chi vuole correre senza pensieri. Con un’abitabilità interna piuttosto ampia, la troviamo perfetta per piedi non troppo stretti che ne sapranno apprezzare la comodità generale. Ideale come scarpa per tutti i giorni e per fare lunghe distanze. Visto il comfort, può essere la calzatura da recovery run post gara, quando le gambe fanno ancora un po’ male e abbiamo bisogno di qualcosa di morbido su cui correre.

 

Caratteristiche Tecniche:

  • Peso: 298 G (US 10, Uomo)
  • Drop: 12 MM

Per saperne di più clicca qui

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui