Allenamento MTB per principianti

Quanto è importante l’allenamento? Chiunque abbia praticato o pratichi uno sport avrà sicuramente provato cosa significa ricominciare ad allenarsi dopo un periodo di vita sedentario: il nostro corpo reagisce con sintomi che tutto fanno, tranne che invogliarci a ricominciare, parliamo di affanno, pesantezza muscolare e dolori vari.

Rimettersi in forma, cominciando a pedalare

02/03/2017
scritto da Alessandra Gravino

La cosa importante però, è insistere e non darsi per vinti

Questo vale, ovviamente, anche per l’allenamento in Mountain-Bike: inizialmente anche la più semplice salita sembra ripida e faticosissima, ma con un adeguato programma di allenamento MTB per principianti si arriverà a pedalare con facilità e leggerezza anche nei percorsi più impegnativi.

Ovviamente, affinché questo accada sarà fondamentale seguire alcune regole importantissime riguardo il carico di lavoro:

  • Ogni uscita in bicicletta dovrà essere sufficientemente impegnativa da stimolare l’organismo. I parametri più semplici con cui valutare l’impegno di un’uscita in mountain bike sono: distanza, tempo e intensità.

Secondo un programma di allenamento indicato per principianti e non allenati è più utile iniziare con percorsi ad intensità di lavoro basse o medie per tempi progressivamente crescenti. Il consiglio è quello di iniziare a pedalare su percorsi poco tecnici, per tempi crescenti a partire da 30 minuti, fino ad arrivare ad un massimo di 2 ore.

  • Per quanto riguarda la frequenza di pedalata, è bene pedalare inizialmente con un rapporto agile e mantenere la frequenza di circa 80 pedalate al minuto.
  • Non deve passare troppo tempo tra un’uscita e l’altra, altrimenti la condizione fisica di sedentarietà non tarderà a tornare. Quello che si consiglia in un programma di allenamento mountain bike per principianti è una frequenza di uscite di almeno tre volte alla settimana.
  • Importante è rendere il carico di lavoro progressivamente crescente. Questo ha un senso, perché man mano che ci si allena, gli sforzi che inizialmente sembravano estremamente impegnativi, migliorando le condizioni fisiche, diventerebbero troppo blandi.
  • Durante le uscite è fondamentale mantenere una velocità che consenta una corretta respirazione, in perfetta armonia con le pulsazioni cardiache.

Esistono diversi tipi di allenamento da poter provare, così da poter scegliere quello più adatto:

  • Fartlek: è un metodo basato principalmente sull’istinto, senza nessun programma stabilito; si affronta un percorso a velocità variabile in base alle proprie condizioni e sensazioni avvertite di volta in volta.
  • Corto veloce: si utilizza solo quando si ha un buon allenamento di base, infatti si tratta di un’uscita in cui si pedala ad una velocità ben sostenuta e con ritmo costante.
  • Interval Training: è un allenamento molto utile per il potenziamento del cuore, si alternano 15-20 secondi percorsi alla propria velocità massima, a 50-60 secondi percorsi più lentamente per consentire al battito cardiaco di  tornare ad un numero di pulsazioni al minuto più basso; il tutto va ripetuto tra le 4 e le 8 volte.

Adesso non vi resta che mettervi in sella alla vostra MTB e iniziare uno dei tanti allenamenti mirati, per riuscire a combattere la sedentarietà.

Potrebbe interessarti anche

Commenti

edicola digitale